Furgone con tritolo, arrestato autista

Al termine degli interrogatori e degli accertamenti, è stato arrestato e trasferito in carcere il cinquantaseienne bosniaco fermato ieri mattina al traforo del Monte Bianco mentre era alla guida di un furgone con 2,5 chili di tritolo nascosti in un vano. L'accusa è di detenzione e introduzione nello Stato di esplosivi. Le altre quattro persone che viaggiavano nel pulmino, dirette nei Balcani, sono invece risultate estranee ai fatti contestati. L'operazione è stata condotta dalla squadra mobile di Aosta. Il furgone è stato fermato verso le 8 mentre entrava nel territorio nazionale. Il tritolo, diviso in una quindicina di panetti, era nascosto dietro l'autoradio. Sono stati trovati anche due detonatori. Secondo quanto si è appreso, l'esplosivo era destinato alla criminalità comune. Le indagini - nate da un'inchiesta antidroga della Questura di Milano - sono coordinate dal pm Luca Ceccanti coadiuvato dal procuratore capo di Aosta, Paolo Fortuna.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Rhêmes-Saint-Georges

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...